I limiti alla possibilità che il sostituto processuale del difensore si costituisca parte civile

Pubblicato il:

Pubblichiamo, in allegato al presente, un interessante articolo redatto dalla collega Elisabetta Staropoli, componente dell’Osservatorio “Novità Corte Costituzionale, Corte E.D.U. e Corte di Cassazione” di questa Camera Penale.

Nell’articolo viene affrontato ed approfondito il tema affrontato dalla recente pronuncia delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione in materia di limiti alla costituzione di parte civile del sostituto del difensore di fiducia della parte offesa.

Si tratta di una pronuncia interessante, innanzitutto perché risolve la querelle insorta sia nella giurisprudenza di merito che di legittimità ormai da anni; e sopratutto perché la risolve riprendendo temi interpretativi che appaiono assolutamente interessanti e che l’articolo non manca si sottolineare.

Buona lettura.


  • Condividi